Questo è il logo del sito Canoa di Marco SNo dighe! No dams!
"Orso" è la mascotte di questo sito!

Canoa Informazioni Foto  Pictures Canoa  links

fiume Sesia, regione Piemonte, Italia
 Forza gente, salviamo i fiumi!

Fiumi e torrenti da salvare in Italia                                                      Appunti, notizie e vecchi messaggi


i torrenti della splendida Lunigiana e delle Alpi Apuane (regione Toscana) sono sotto attacco!  -  giugno 2014
Osca, Taverone, Bagnone, Verde, Caprio, Darnia, Lucido, Betigna, Mommio, Magriola, Terchio, Verdesina, Rosaro, Serra, Vezza ...
Visita e fai conoscere questi sitiweb:
 - Comitato Osca a Tresana (Lunigiana, prov Massa e Carrara)
 - No alla Centrale sul torrente Terchio
 - mappa-idroelettrico-selvaggio-in-lunigiana.html
 - Salviamo il Verdesina
- Fermiamo la distruzione del Rio Muratone (Rio Carne) a Pigna (prov Imperia, reg Liguria)  firma anche tu! 2017
- Manifesto per il fiume Piave (Fiume Sacro alla Patria) firma anche tu!  2017
- Deflusso minimo vitale per il fiume Chiese
- Comitato per la tutela e salvaguardia del fiume Melfa
- Salviamo il fiume Melfa (provincia di Frosinone, regione Lazio)
Salviamo il fiume Ticino: firma anche tu la petizione! (reg. Lombardia e reg. Piemonte)  2016
- 13-000-firme-per-salvare-il-ticino
- lago-maggiore-giu-di-20-centimetri-in-una-settimana
- Comitato Salvaguardia Val Mastallone (reg. Piemonte)
- No alla rapina idroelettrica dei piccoli bacini imbriferi ( Friuli Venezia Giulia)  firma la petizione!
- Una nuova centralina idorelettrica a Rassa? torrente Sorba (affluente del Sesia, reg. Piemonte)
- Va avanti il progetto della centrale a Rassa  luglio 2017
- Salviamo i fiumi della val Pellice (reg. Piemonte)
- Salviamo il Resia e l'Arzino  firma la petizione!  -  novembre 2014

SALVIAMO SAN SALVATORE !!
il Trebbia li (ri)chiama e ...i canoisti accorrono a centinaia! - 
6 aprile 2014 
Eccezionale, spettacolare, quasi commovente, discesa di canoisti in occasione de "il richiamo del Trebbia".
Un 'fiume' di kayaks coloratissimi (foto) su uno dei fiumi più belli del mondo.
E' stata un'imponente quanto pacifica dimostrazione di forza in difesa della Valtrebbia e del suo fiume.
La valle ci ha messo del suo con un bellissimo sole, una temperatura gradevolissima e un livello d'acqua ottimale.
Grandioso anche il buffet finale offerto presso il Ponte Gobbo di Bobbio: polenta con gorgonzola, salumi, formaggi, pane, focacce, uova, dolci, vino e bibite. piacenzasera.it/home/richiamo-del-trebbia-spettacolo-fiume-200-canoisti-foto
 
web:  Piacenza Sera 3 - Libertà 2  -  Piacenza Sera 2  - Piacenza24  -  IT4010006 SIC Meandri di San Salvatore
Piacenza Sera -  Il Piacenza  -  Libertà  -  MondoEcoBlog  - Piacenza24:serata13 marzo 2013

13 Marzo 2013 incontro pubblico alle ore 21 in via S.Eufemia 12 a Piacenza
L'iter di approvazione di questo impianto devastante non è ancora stato fermato. Il Comitato Salviamo San Salvatore vi invita a scoprire tutti i motivi tecnici e legali per cui la centrale non può essere approvata.

Appuntamento il 5 Febbraio 2013 alle ore 10 davanti al Palazzo della Provincia in via Garibaldi n.50 a Piacenza

Prima Conferenza dei servizi, con il progettista e tutti gli enti che devono esprimere un parere sul progetto.
Diciamo No alla centrale idroelettrica a San Salvatore. SAN SALVATORE PATRIMONIO DELL'UMANITA' !

24 Gennaio 2013 Assemblea pubblica (volantino) presso l'Auditorium in via Sant’Eufemia, 12 a Piacenza
29 Dicembre 2012, alle ore 15 - Assemblea pubblica (volantino) a Bobbio (provincia di Piacenza)
il video dell'assemblea del 29 Dicembre 2012   --  fiume Trebbia 29 dic 2012   --   fiume Aveto 29 dic 2012
articolo su Libertà  --  articolo su Piacenza24  --  articolo su PiacenzaSera  --  articolo su il Piacenza
articolo "Centrale a San Salvatore" (file jpg)  -- foto aerea dei meandri di San Salvatore (file jpg)

Sabato 29 dicembre 2012 sono andato appositamente in Valtrebbia - cinque ore di auto, tra andata e ritorno! -
per partecipare all'assemblea pubblica in merito al progetto per la costruzione di una centrale elettrica nel bel mezzo delle fantastiche gole del
Trebbia in località San Salvatore.
La sala del Comune di
Bobbio (foto) era affollatissima. Ho avuto modo di scoprire alcune cose molto interessanti che non conoscevo della valle e del suo fiume. Prossimamente ci saranno altre assemblee.

La storia dell’uccellino e dell’incendio
C’è un incendio enorme che sta devastando la foresta, casa comune di tutti gli animali, e tutti fuggono, scappano, ma c’è anche chi cerca di fare qualcosa per spegnere questo incendio.
Un elefante vede un uccellino che si riempie continuamente il becco d’acqua e poi va a versarla sul fuoco e gli chiede
un po’ sarcastico: “ Ma cosa credi di ottenere così? ”
L’uccellino risponde: “ Io faccio la mia parte! ”.
Grazie anticipatamente a tutti quelli che si impegneranno a fare quello che possono
per salvare la Valtrebbia.
 

Mobilitazione per salvare il fiume Orba dal progetto di prelevare acqua a valle di Tiglieto, intubarla e rilasciarla ben tre chilometri più a valle, dove sorgerebbe una centrale idroelettrica !! - gennaio 2014
Un esposto per denunciare la deturpazione del torrente Scoltenna (reg. Emilia Romagna) - dicembre 2013
Salviamo il Volturno
Comitato Salviamo la Lima (reg. Toscana) -  Firma la petizione! - settembre 2013  [ la paginaweb è stata chiusa ]
Salviamo la Lima (reg.Toscana)   www.facebook.com/groups/ValdiLima/
Salviamo la cascata della Brusia di Bocconi (torrente Montone, reg Emilia Romagna)  - agosto 2013
Il Germanasca scorre in Piemonte ed è un torrente frequentato da pescatori, canoisti e praticanti del rafting.
Nel tratto montano (Perrero) rischia di sparire! Il progetto di una nuova centrale idroelettrica, riducendo la portata dell'alveo al "deflusso minimo vitale", rischia di distruggere un bel tratto del torrente e del suo ecosistema naturale.
Un gruppo di abitanti locali ("Salviamo i tumpi") si sta opponendo alla costruzione di questa ennesima centrale promuovendo incontri di informazione e sensibilizzazione con la popolazione e gli amministratori locali.
La mano pesante del nuovo idroelettrico sul torrente Alferello nel comune di Verghereto (prov. Forlì Cesena)
Allarme "centraline" anche per il Mastallone, affluente del Sesia  (febbraio 2013)
In Lunigiana, nell'alta Toscana, sono stati presentati tre progetti idroelettrici al riguardo del torrente Taverone, affluente di sinistra del fiume Magra. Uno per il ramo di Linari, un altro per il ramo di Comano e il terzo per il tratto principale del Taverone che si forma alla confluenza dei due rami.  settembre 2012
 
E' stato presentato un progetto per la costruzione di un'altra centrale elettrica della portata di 33.000 kw sul torrente Soana (affluente dell'Orco - regione Piemonte). L’acqua necessaria a far funzionare la centrale verrà presa e intubata a monte di Ingria. Il tubo (tre metri di diametro)  porterà l’acqua alla centrale di Pont Canavese.
La realizzazione di questa nuova centrale decreterà la morte di questo bellissimo fiume alpino.  settembre 2012
Comitato per la salvaguardia della Valle dell'Erro
Salviamo il fiume Brenta !  (provincia di Vicenza, regione Veneto)  maggio 2012
19, 20 Maggio 2012 - Il richiamo del Trebbia. Appuntamenti in Val Trebbia in difesa del fiume
Allarme per il fiume Tevere. Sono in progetto quattro nuove centrali idroelettriche ad acqua fluente sul fiume Tevere a Ischiarello, Pietra Amara, Orte e Santa Lucia.  aprile 2012
torrente Caorame
giovedì 3 Novembre 2011 -  "Cosa vogliamo fare dei nostri fiumi" (conferenza)
organizza il Coordinamento Difesa Trebbia Nure Aveto - NO tube PC
Ore 21 presso la sala della Circoscrizione 3, via Martiri della Resistenza n. 8, Piacenza (Emilia Romagna)
 
Sabato 30 Aprile 2011 - Il richiamo del Trebbia
Una giornata da passare sul fiume Trebbia, ascoltando la sua voce, per scoprire insieme la Valle più bella del mondo. Per imparare a difenderla. Discesa in canoa, passeggiata storico-naturalistica, corsa in salita, trekking in alta Valle, dimostrazione di pesca no-kill, birdwatching nel Parco del Trebbia, biciclettata lungo il Parco, mini incontri tematici organizzati dalle associazioni locali per toccare con mano i rischi che corre il fiume.  (Valtrebbia forum)
 
Sabato 2 Aprile 2011 - Convegno a Rivergaro (prov Piacenza) ore 15 presso la Sala Parrocchiale
L’osservatorio permanente sulla Valtrebbia (di cui fanno parte No tube, l’Associazione Ottonese XXV Aprile, l’Associazione La Goccia di Bobbio e altre realtà associative impegnate nella difesa del territorio) organizza un convegno per fare il punto su quello che sta succedendo nella Valle.
Sapete che si sta riparlando di costruire una diga a San Salvatore, nel punto più prezioso dei meandri del Trebbia, che verrebbero sommersi? Sapete che altri vorrebbero fare una diga a Confiente, alla confluenza tra Trebbia e Aveto, che abbiamo salvato tre anni fa dalla devastante centrale idroelettrica? Sapete che il minimo deflusso vitale del Trebbia, che è stato scippato per due anni da deroghe ingiuste, adesso rischia di essere definitivamente cancellato da un progetto di captazione pericolosissimo a Mirafiori? Sapete che sul Trebbia a Ottone sono stati presentati ben tre progetti di centrali idroelettriche? Sapete che qualcuno, ben supportato politicamente e economicamente, vorrebbe costruire addirittura quattro dighe in alta Val Trebbia? E in mezzo a questi bei programmi ci sta la vita reale delle persone che abitano la valle, che non hanno futuro se non quello di abbandonare la montagna. Sapete che, se le tendenze demografiche non cambieranno, il Comune di Ottone sarà definitivamente spopolato entro dieci anni? Per parlare di un ambiente senza eco-mostri; per parlare di una valle che può vivere e prosperare rispettando l’ambiente e le proprie tipicità Vi invitiamo al convegno che si terrà a Rivergaro (PC).
Diga in Valtrebbia? No,grazie!
Il tormentone estivo della costruzione di una nuova diga in Val Trebbia si è purtroppo trasformata in un reale pericolo. La nuova amministrazione provinciale, con un semplice emendamento al Piano Territoriale Provinciale, senza discussione e di nascosto, ha manifestata la volontà di avviare gli studi per la costruzione di una nuova diga in Val Trebbia. Ci sono già tre dighe in Valtrebbia, non serve cotruirne una nuova!
L’agricoltura di pianura succhia già più di 40 milioni di metri cubi dal fiume Trebbia. Di questi soli 17 arrivano ai campi. Non serve nuova acqua, ma serve tappare i buchi di una rete di canali vecchia di centinaia di anni.L’acqua per il fiume può essere garantita dalla limitazione dei prelievi e da una politica di risparmio che ridia al fiume le sue sorgenti.
Questo è il vero obiettivo da perseguire, altro che costruire una nuova diga! Non vogliamo trasformare il Trebbia in un fiume morto come l’Aveto, il Tidone o l’Arda. Qui le dighe le hanno già fatte ed i fiumi sono morti, trasformati in rigagnoli siccitosi d’estate ed in fiumare in autunno quando le dighe vengono aperte con grandi danni per l’ambiente e il territorio.
 
Sabato 9 ottobre 2010 alle ore 14.00 si terrà in localita' Camolino di Sospirolo (provincia di Belluno, regione Veneto) una manifestazione di sensibilizzazione e protesta verso i tre progetti di centrali idroelettriche progettati sui fiumi bellunesi quali Boite, Mis, Caorame. Il 9 ottobre e' anche l'anniversario della tragedia della diga del Vajont.
La manifestazione è organizzata dal Canoa Club Dolomiti Feltre in collaborazione con il Comitato "Acqua bene Comune" di Belluno e prevede un'informazione sullo specifico progetto previsto sul Mis, con successiva discesa di canoe e kayak dall'attuale condotta di rilascio della diga fino al campo di gara da rodeo.
Saranno presenti stampa e tv per fornire tutte le informazioni ai cittadini in modo molto trasparente
Non c'e' pace per la Valle Anzasca!  Costruzione di una centralina elettrica in località  Pecetto Spacco tutto! foto / pictures
zona di Macugnaga, Valle Anzasca, prov Verbania, reg Piemonte  -  luglio 2010  a cura di Emanuele Brambilla
        
Petizione contro la realizzazione di una centrale idroelettrica sul fiume Santerno 2010 [ la paginaweb è stata chiusa ]
Salviamo il torrente Ceno (provincia di Parma, regione Emilia Romagna)  2010
Custodiamo la Valsessera (reg. Piemonte)  2010
Liberafiumi 2010  - WWF  [ la paginaweb è stata chiusa ]

Il nipote di Bob Kennedy, assassinato a Los Angeles nel 1968, ha disceso in kayak il fiume Lambro, dove nel febbraio scorso si è verificato un disastro ambientale per la fuoriuscita di migliaia di litri di gasolio da una ex raffineria.
Robert Kennedy è testimonial dell'associazione ambientalista Water Keeper Alliance che si occupa soprattutto di tutelare i corsi di acqua. (4 luglio 2010)
Pazzesco!  Petrolio nel fiume Lambro!  (febbraio 2010)   foto image


Vari fiumi dell'Emilia Romagna sono sotto attacco: Trebbia, Rio Ruffinati, Ceno, Savio.
Due nuovi progetti di impianti idroelettrici sono stati presentati in Provincia di Piacenza. Il primo ricalca un progetto di due anni fa e riguarda il Trebbia, nel tratto di fronte all’abitato di Ottone, il secondo, invece, prende in considerazione un affluente di destra dell’Aveto, il Rio Ruffinati. Progetti gravemente impattanti su tratti di fiumi montani dalle caratteristiche ambientali uniche. Questi progetti, che contrastano con la pianificazione vigente, vanno ad aggiungersi ai due progetti su Grondana e Nure-Ronchignasco.
Captazione di acqua per uso idroelettrico anche sul fiume Ceno in localita' Illica a valle di Ponteceno.
A Montecastello di Mercato Saraceno sono da poco iniziati i lavori per la realizzazione di una centrale idroelettrica. Le ruspe in azione a Ponte Zingone stanno infatti danneggiando il corso del fiume Savio.   novembre 2009
il prosciugamento del fiume Anza  (prov. Verbano-Cusio-Ossola) Spacco tutto!  foto / pictures
Sbarramento nel fiume Aveto  ( prov. Piacenza ) - aprile 2005 e novembre 2008  Spacco tutto!  foto / pictures
Scarico acque del depuratore di Sant'Antonino nel Naviglio Grande / Industriale Spacco tutto!   foto / pictures
Allarme fiume Lambro: uno dei corsi d’acqua più inquinati al mondo!
E' in progetto un nuovo impianto idroelettrico sul fiume Orba, denominato Mulino di Molare, nel Comune di Molare in provincia di Alessandria, regione Piemonte (gennaio 2009)

Questa non la sapevo. Nel mese di Giugno 2008 è stato disceso in canoa il fiume Olona in provincia di Varese.
L'Olona è purtroppo assai inquinato. Faccio i miei complimenti a coloro che hanno voluto sottolineare l'importanza di disinquinare l'Olona.
- articolo=101659  -  articolo=102546  -  foto in canoa sull'Olona: gallerie/index.php?id=2950

Non contenti di aver massacrato Anza, Diveria, Toce...e via dicendo, nella provincia di Verbania-VCO sono in fase di valutazione molti progetti di impianti idroelettrici e altro sui seguenti torrenti e rii: Segnara, San Carlo, Strona, Margologio, Loana, Colobiasca, Stufa, Scoccia, Mondelli, Ballona, Serva, Spessa, Marmazza, Crot, Curzalma
torrenti Erno e Grisana compresi ovviamente... novembre 2008
Sotto la minaccia di diecimila Vajont   [ la paginaweb è stata chiusa ]
Problemi grossi in Trentino anche per il Vanoi ed il torrente Rabbies, affluente di sinistra del Noce.

torrente Soana, Valli del Canavese (regione Piemonte)   novembre 2007    [ la paginaweb è stata chiusa ]

In progetto una idroelettrica centrale sul torrente Sermenza (affluente del Sesia) in località Piè di Fagiolo nel Comune di Rima San Giuseppe. Si vorrebbe realizzare una condotta in acciaio di 1250 metri con un dislivello di 107 metri.  novembre 2007
Sono stati presentati dei progetti di captazione a fini idroelettrici sui fiumi Trebbia e Aveto Spacco tutto!foto / pictures
e su torrenti minori della valle del torrente Nure.
Propongono la captazione a Ruffinati per l'Aveto e alla centralina di Losso per il Trebbia con restituzione dell'acqua in alveo a Confiente ( 15km per l'Aveto e 20 km per il Trebbia ). ottobre 2007
Sotto minaccia (realizzazione di centralina) il torrente Sorba, affluente del Sesia, nel comune di Rassa.  2007
Legambienteverbano.com: questo sitowewb è stato chiuso.   2017
Riportava notizie importantissime sulla situazione dei torrenti Cairasca, Erno di Lesa, Grisana, Aurona, Bondolero, Roffel, Pedriola in provincia del VCO (Verbano-Cusio-Ossola), regione Piemonte.

Ma cosa sta succedendo in Piemonte nella provincia del VCO-Verbano Cusio Ossola?
Anche il torrente Erno, che scorre, per quel che gli rimane, tra Gignese e Solcio di Lesa, in una forra che si è scavato con un lavorio di millenni, verrà prosciugato, per placare la sete di energia elettrica e (soprattutto) di denaro di alcuni, nel silenzio indifferente di tutti.  2007

Persino il torrente Vermigliana (affluente di destra del Noce) è oggetto di prelievo a scopo idroelettrico con buona pace di chi in Val di Sole dovrebbe essere interessato, anche per motivi turistici, alla salvaguardia dell'ambiente.
E la regione Trentino che fa? Se ne infischia?
Regione Umbria: progetti di centraline sul Nera. Una centralina idroelettrica a Biselli prosciuga oltre un chilometro del fiume Corno!
Non c'è pace neppure per il fiume Enza! A Vetto d'Enza, in località Molino della Rocca, è stata autorizzata l'attivazione di una centralina idroelettrica. (prov. di Reggio Emilia)
Povero torrente Argentina! Il comune di Badalucco intende dare il via al bando per la gara d'appalto relativa alla costruzione di una centrale idroelettrica. L'impianto sorgerà in zona Portà, sulle 'ceneri' di un'analoga centrale dismessa negli anni '30!! (diga di Glori?). L'approvvigionamento idrico, invece, verrà effettuato tramite un canale situato in zona Isolalunga, nel vicino comune di Montalto, dove scorre il torrente Argentina che dà il nome alla valle.
(provincia di Imperia - regione Liguria) - novembre 2006
No alla Centrale elettrica sul fiume Isarco (regione Trentino Alto Adige)   [ il sito è stato chiuso ]
Rispetto ai suoi 95 km di estensione all´Isarco sono rimasti ancora pochi chilometri allo stato naturale, e precisamente il tratto tra Stilves e Fortezza nell´Alta Val d´Isarco. Gli ultimi 17 chilometri comprendono un rifugio naturale, una zona sportiva e una parte meravigliosa del paesaggio.
Ma questo fino a quando? Dappertutto in Alto Adige l´economia per l´energia elettrica allunga la mano per prendersi anche gli ultimi tratti di fiume rimasti. Ma i tempi in cui si imparava dagli errori dovrebbero essere finiti.  maggio 2006
Per il fiume Aniene una morte annunciata (regione Lazio)
Un nuovo progetto per sottrarre al fiume Aniene - ben seicento litri d'acqua al secondo - è stato presentato nell'Agosto 2006 alla Regione Lazio.
La sorgente del Pertuso, l'ultima sorgente perenne che alimenta il fiume Aniene, verrebbe captata con la scomparsa definitiva del fiume.
No alla captazione del bellissimo torrente Vogna!  (prov .di Vercelli, reg. Piemonte)
Val Vogna: è prevista l'intubazione dell'acqua da Peccia a Riva Valdobbia.
Praticamente il torrente Vogna, affluente del Sesia, non esisterà più!
Attenzione! La foto si riferisce ad un tratto non molto difficile del torrente. Il Vogna in realtà è un torrente caratterizzato da un susseguirsi di passaggi di IV, V, VI grado e alcuni impraticabili in un profondo canyon.     maggio 2006
Raccolta firme per salvare il torrente Vanoi (file pdf)
Purtroppo anche il torrente Vanoi (reg. Trentino Alto Adige), stupenda perla d'acqua bianca, sta rischiando di scomparire per la costruzione di una centralina con relativa presa d'acqua.
Se questo progetto sarà realizzato verranno definitivamente distrutti anche gli ultimi 3 Km di fiume, che nel totale ne conta circa 20 Km, ma che già da anni non sono più percorribili, salvo abbondanti precipitazioni, a causa dei prelievi d'acqua che vengono eseguiti lungo il suo percorso.  maggio 2006
Torrente Lima (regione Toscana): una centrale in costruzione sulla Lima alta ed una in progetto sulla Lima bassa. Dobbiamo dire addio anche alla Lima?    aprile 2006
Valle Anzasca, strada statale n. 549 per Macugnaga, provincia Verbano-Cusio-Ossola ( VB ),
regione Piemonte ( Italia nord-ovest ).
Inaccettabile la situazione del fiume Anza!
Nel tratto che va dal nuovo grande sbarramento di San Carlo al vecchio imponente sbarramento di Molini, l'ex-bellissimo fiume Anza è ormai ridotto ad un torrentello-rigagnolo a causa della mancanza d'acqua.
Perchè politici e dirigenti-funzionari pubblici hanno permesso l'annientamento del fiume Anza?
Che senso ha una valle alpina se il suo gioiello è ridotto in condizioni pietose?   l
uglio 2005
Amici del Parco del Delta del fiume Po (prov. Rovigo)
Assieme per il Tagliamento (reg. Friuli Venezia Giulia)  -  Salviamo il fiume Ticino (reg. Lombardia e Piemonte)
Comitato di salvaguardia del fiume Noce (Val di Sole, Trentino)
Comitato Sesia [ il sito è stato chiuso ]   -    il fiume Po.net [ il sito è stato chiuso ]
Salviamo la Valchiusella, torrente Chiusella  (regione Piemonte)
Raccolta firme contro il progetto di captare tutti i torrenti che alimentano la Val di Mello
Contro le centrali idroelettriche in Val di Mello e in Val Masino (prov. Sondrio, reg. Lombardia)
Salviamo il Lago d'Idro   www.salviamoillagodidro.it             www.facebook.com/groups/293783927439972/

 Save the rivers -  Europe, world              

CORSICA
Un progetto mortale per la Valle della Rizzanese nell'Isola di Corsica

Progetto diga sulla Rizzanese nell'isola di Corsica

- Firma la petizione per salvare la Rizzanese!!
- Rizzanese.fr website
- Eauxvives forum Rizzanese  foto / pictures
- Rizzanese due ottimi servizi (17 novembre 2008 e 25 aprile 2010)  su soulboater.com (Germania)
- fiumi da salvare, tra cui la Rizzanese  su kajak.at (Austria)
- articolo sulla Rizzanese  su corsematin.com
- pagina di un giornale dell'Isola di Corsica file jpg
- pagina 2 di un giornale dell'Isola di Corsica file jpg
- Rizzanese 2008
- U Rizzanesu in lingua corsa su wikipedia
- "Le barrage de la honte", libro di George Mattei

SLOVENIA
Save the Soca
 
FRANCIA
- Una centrale elettrica nelle Gole dell'Ardèche in Francia?  -  aprile 2015
E' in progetto la costruzione di una centrale/diga alla fine delle celebri Gole dell'Ardèche presso St. Martin-d'Ardèche.
Lo splendido percorso fluviale delle Gole dell'Ardeche diventerebbe, fino a 3 chilometri a valle dell'imbarco di Vallon Pont d'Arc, un lungo lago artificiale dove potranno "sguazzare" avanti e indietro motoscafi con decine di persone a bordo. Semplicemente pazzesco!
http://www.soulboater.com/news/ardeche-in-gefahr-_edf-plant-wasserkraftwerk-bei-st.-martin-d-ardeche


- Rivières en Danger 
forum Eauxvives
- Rivières Sauvages
- Sauvons la Santoire
-
SOSrivieres
Le Gyr, le rapide de Malafosse sur la Durance, la Malatte, l'Ubaye, le Rizzaneze, la Santoire, des perles d'eau vive et touristiques menacées par des projets hydroélectriques

www.change.org/p/micro-centrales-barrages-stop-%C3%A7a-suffit           lespecheursduhautguiers.fr
 

AUSTRIA
Fluesse voller Leben atsito del WWF austriaco contenente petizioni per salvare i fiumi Bregenzer Ache, Erlauf, Gurk, Hollersbach, Ill, Inn, Isel, Klein und Großsölkbach, Lech, Mallnitzbach, Mur, Ötztaler Ache, Salzach, Steyr, Sulm, Traun, Ybbs.  (Austria)

Save the Austrian rivers: Ybbs   -   Inn   -   ybbs-aesche   -  articolo Ybbs

 

- Save the Sanna - Salviamo il fiume Sanna (in Tirolo)    Soulboater    4-paddlers
- Ruetz e Sill  "stubaiwasser" - Innsbruck -Tirolo (Austria /Österreich)  -  novembre 2014  -   Rettet die Sillschluch
- Austria: petizione Rettet die Ötztaler Ache  -  agosto 2014
- Petizione Virgental
- Wasser
- Save the river Koppentraun  -  agosto 2005    [ la paginaweb è stata chiusa ]
 

SVIZZERA
fiume Moesa (Valle Mesolcina, Cantone Grigioni "italiano")
E' in progetto la costruzione di una nuova centralina elettrica sul Moesa, tale progetto metterà in asciutto il tratto delle gole dopo il ponte di Sorte sino al paese di Cama.   Questo tratto della Moesa verrà prosciugato!
Il Moesa è una perla alpina ed è uno dei pochi torrenti svizzeri percorribili da maggio a tutto agosto ed in anni particolari anche a settembre, grazie alle centrali già esistenti.
La costruzione di questa ennesima centralina toglierebbe l´acqua nel tratto più bello!
Canoisti ed ambientalisti svizzeri si stanno mobilitando e chiedono aiuto anche ai canoisti italiani  -  settembre 2014

sabato 20 giugno 2015 - "Tracce d’acqua", manifestazione per salvare la Moesa  manifesto / locandina
ritrovo a Grono, località distante pochi chilometri da Bellinzona, da venerdì 19 giugno fino a domenica 21 giugno 2015.
- la Schweizerischer Kanu-Verband ha pubblicato il programma in lingua italiana   file pdf
- Salvate la Moesa  depliant a cura del WWF Svizzero  file pdf
- www.laregione.ch/articolo/paradiso-per-canoe-a-rischio/9777
- Projekt Moesa Kraftwerk  Kanu Club Chur / Canoa Club Coira

- carrello rimorchio nel fiume Moesa  (foto / pictures) -  marzo, luglio 2005
 

GERMANIA
- Petizione per salvare il fiume Ammer  file pdf
- Petizione Danubio / Donau  file pdf
 
MONTENEGRO
- Quattro dighe minacciano il Montenegro
 
...World / Mondo
- Sos torrents  foto / pictures
- European Rivers Network
- International Rivers Network
- Save the River Conwy (North Wales, GB)
- Friends of  The River (California, United States of America)
- Save the wild & scenic Merced River   (Yosemite National Park, Mariposa County, California, USA)
- Merced River plan USA
- Save our Chetco River (Oregon) USA
- In Brasile, a nord di São Paulo, il fiume Tiete non riesce a eliminare gli scarichi inquinanti delle fabbriche vicine.
Foto di Paulo Whitaker, Reuters/Contrasto
- Rio Baker - Patagonia (Chile)
 

 Disastri


1 Dicembre 1923: il crollo della diga del Gleno
I ruderi della diga testimoniano il disastro provocato dal crollo della stessa il 1° dicembre 1923.
Con il crollo della parte centrale dello sbarramento si abbatterono, sulla Valle sottostante, sei milioni di metri cubi d'acqua provocando la morte di centinaia di persone!
 
13 Agosto 1935: il disastro di Molare
Dodici anni dopo il disastro del Gleno, una valanga di acqua e fango sconvolge intere comunità trascinando con se più di cento vite... Per ricordare e per conoscere. La diga di Molare sorge in un piccolo angolo del Piemonte tra i meandri del torrente Orba. Si erge imponente a guardia del vecchio alveo pietroso, testimone della miopia umana.
 
2 dicembre 1959: il disastro di Malpasset. La diga di Malpasset era uno sbarramento artificiale costruito a circa 7 km da Fréjus, sul torrente Reyran, nel dipartimento del Var in Francia.
 
9 Ottobre 1963: il disastro del Vajont    -    fondazionevajont.org
Vajont è il nome del torrente che scorre nella valle di Erto e Casso per confluire nel Piave, davanti a Longarone e a Castellavazzo, in provincia di Belluno (Italia).
La storia di queste comunità venne sconvolta dalla costruzione della diga del Vajont, che determinò la frana del monte Toc nel lago artificiale. La sera del 9 ottobre 1963 si elevò un'immane ondata, che seminò ovunque morte e desolazione. La stima più attendibile è, a tutt'oggi, di 1910 vittime.
 
19 Luglio 1985: la catastrofe di Stava
La catastrofe del 19 luglio 1985 in Val di Stava è uno dei più gravi disastri al mondo dovuti al crollo di discariche
a servizio di miniere e, con 268 morti ed ingenti distruzioni, rimane a tutt'oggi una delle più gravi catastrofi industriali
e ambientali mai verificatesi in Italia.
 

Canoa Informazioni Foto  Pictures Canoa  links